Bottaia, Cantina Beato Bartolomeo

Bottaia

Uno degli elementi architettonici più interessanti della Cantina è l’enorme bottaia. Venne costruita nel 1970 per contenere 260 botti di rovere. Misura 2500 metri quadri ed è stata ricavata con uno scavo di 15 metri nel sottosuolo ghiaioso della cantina: quanto di meglio si possa pensare per l’affinamento del vino in un ambiente con temperatura e umidità costanti.

scroll

Nel 2003 una ristrutturazione ha portato a smaltire circa metà delle botti grandi, di cui ne rimangono 132, della capacità di 40, 80 e 120 ettolitri. Al loro posto sono state installate circa 200 barrique da 225 litri, 15 tonneaux da 500 litri e 15 botti da 20 ettolitri in legno di rovere e di acacia

La barricaia oggi è anche un ambiente visitabile dagli ospiti della cantina. Grazie alle dimensioni rilevanti, la presenza umana ha un’influenza del tutto trascurabile sulle condizioni di affinamento: in barricaia è stato così allestito un percorso storico-culturale sulla viticoltura a Breganze con testimonianze dei secoli di storia della vite in questo territorio.
La barricaia è diventato anche l’ambiente ideale per la degustazione dei vini Beato Bartolomeo al termine del percorso di visita della Cantina.

Disciplinare Produzione vini Doc Breganze
Gli ordini ricevuti da mercoledì 3 agosto verranno evasi a partire da lunedì 22 agosto.